.............
PER VILLE E PER GIARDINI
Sorprese d’arte e archeologia alle porte di Firenze

Orario
Da giovedì a domenica ore 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00
Da settembre chiusura anticipata Villa Petraia, Giardino Villa di Castello

INGRESSO GRATUITO IN TUTTE LE SEDI
PRESENTANDO IL
COUPON PGM

.....
VILLA CORSINI A CASTELLO, FIRENZE
La Villa e l'Antiquarium ritrovato
.....
VILLA DELLA PETRAIA, FIRENZE
Preziosi tesori in villa
.....
GIARDINO DELLA VILLA DI CASTELLO, FIRENZE
Un percorso tra gli agrumi
.....
TOMBA ETRUSCA LA MONTAGNOLA, SESTO FIORENTINO
La riscoperta degli Etruschi
.....
MUSEO RICHARD GINORI DELLA MANIFATTURA DI DOCCIA,
SESTO FIORENTINO

Omaggio a Venere. Il culto della bellezza ideale nei modelli
della Manifattura di Doccia
.....
PALAZZO MEDICI RICCARDI, FIRENZE





Appena concluso
Firenze Scienza, le collezioni, i luoghi e i personaggi dell'Ottocento, il progetto Piccoli Grandi Musei riparte con una nuova iniziativa espositiva che ci accompagnerà fino al prossimo Novembre.

Per Ville e per Giardini. Sorprese d’arte e archeologia alle porte di Firenze è il titolo dell'evento cui partecipano la Villa di Castello, sede della prestigiosa Accademia della Crusca, il Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia, la Tomba etrusca La Montagnola, che riapre dopo un lungo restauro, la Villa Corsini, che rinasce nell’occasione con un nuovo allestimento dei reperti dell’Antiquarium provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Villa Corsini, vera e propria gemma di questa corona museale, offre da quest’anno le sue sale per ospitare l’Apollo saettante di epoca romana, l’Arianna che si risveglia sull’isola di Nasso, insieme a tanti altri esemplari di scultura classica.

Se da un lato potremo percorrere i sentieri del giardino della Villa di Castello, tra il profumo e l’ammirazione delle storiche piante di agrumi già collezionate dai Medici, a Villa della Petraia ci aspetterà la bellissima Incoronazione della Vergine realizzata nella cerchia di Botticelli, insieme alla collezione di arredi liturgici della vicina Villa La Quiete. Luoghi di elezione e di riposo dagli affanni della vita quotidiana fin dal Rinascimento, le ville e il loro contesto agreste ospitano oggi capolavori d’arte antica, reperti archeologici e dipinti quattrocenteschi, secondo una consuetudine antica che le concepiva sia come luoghi di svago e di otium ma anche sedi elette ad ospitare le preziose collezioni dei signori del tempo. In tali contesti anche il mito assume un significato particolare e l’esposizione al Museo Richard Ginori, Omaggio a Venere, certo rimanda da un lato all’ambito archeologico ma, al contempo, rievoca la cornice paesaggistica fatta di siepi di verzura e di fontane manieristiche delle ville storiche fiorentine, scenario esemplare di certe narrazioni mitologiche.